uffizi sala 61 di pontormo

Sala dedicata interamente a Jacopo Carucci detto Pontormo (le cui opere nel precedente allestimento erano esposte nella sala n. 27), come Rosso Fiorentino allievo di Andrea del Sarto. L'artista elude dapprima il classicismo del maestro accentuando lo sfumato come si vede nel Ritratto di Cosimo il Vecchio, per poi sovrapporre all'impostazione sartesca una composizione sempre pi¨ intrecciata e spiraliforme, derivata dallo studio di Michelangelo e ben riconoscibile nella Cacciata di Adamo ed Eva (in cui si riconosce anche l'influenza degli studi espressivi su modello di Durer) e nel Sant'Antonio Abate. Qui Ŕ esposta anche la Cena in Emmaus, perfetta rappresentazione del contrasto tra natura e arte, realtÓ e sua trasfigurazione, incarnate dal Pontormo. Da ricordare poi la NativitÓ di San Giovanni, in cui l'autore utilizza lo specchio convesso per creare un'immagine deformata della realtÓ.

Compra i biglietti per gli Uffizi

Musei Fiorentini

Cerca sulla mappa!

Cosa pensano le persone che hanno acquistato biglietti con noi