Storia Galleria degli Uffizi: L'Ottocento

Nell'Ottocento secondo una sempre maggiore visione settoriale dell'arte molte opere lasciarono la Galleria per dar vita a nuove strutture come il Museo Egizio, la Galleria d'Arte Moderna, molte sculture e oggetti d'arti minori entrarono nelle collezioni del Bargello, i quadri di Beato Angelico vennero trasferiti a San Marco; nello stesso tempo per˛ la soppressione degli enti religiosi della seconda metÓ del secolo fece approdare agli Uffizi un numero molto elevato di quadri, soprattutto del Trecento e del Quattrocento; furono integrate la collezione Feroni, la collezione Contini-Bonacossi e molte opere recuperate dal Ministro Siviero (oggi in un museo a parte).

Proprio a causa di questo grande incremento dal 1866 si decise di destinare all'esposizione anche il Corridoio Vasariano, e lÓ dove un tempo si trovava il Teatro Mediceo (sorto nel 1586 e collocato su due piani nei locali dell'attuale Gabinetto Disegni e Stampe) furono allestite nuove sale.

Compra i biglietti per gli Uffizi

Musei Fiorentini

Cerca sulla mappa!

Cosa pensano le persone che hanno acquistato biglietti con noi