leone x tra i cardinali giulio de' medici e luigi de' rossi

leone x tra i cardinali giulio de' medici e luigi de' rossi

Il ritratto del pontefice fu realizzato per rappresentare Leone X, impossibilitato a spostarsi, alle nozze del nipote Lorenzo Duca di Urbino con la nobildonna francese Madelieine de La Tour. Già a suo tempo il dipinto suscitò molta ammirazione specialmente per la minuziosa riproduzione dei dettagli e della luce. Per non parlare del riflesso sul pomello della sedia papale da cui si intuisce il resto della stanza. Leone X è seduto davanti ad una scrivania coperta da un drappo rosso, intento nella lettura di un manoscritto. Alle sue spalle stanno i cardinali suoi cugini: Giulio de' Medici (futuro papa Clemente VII) e Luigi de' Rossi. Il ritratto si sviluppa in diagonale e non di profilo o frontalmente come era tradizione. Inoltre gli sguardi dei personaggi guardano tutti in direzioni diverse conferendo molta ampiezza spaziale al dipinto. I colori utilizzati rimandano alla "sinfonia dei rossi": dal porpora, allo scarlatto.

leone x tra i cardinali giulio de' medici e luigi de' rossi

Autore: Raffaello
Stanza Numero°: Sala 66
Anno: 1518
Stile: Rinascimento
Tecnica: Olio su tavola
Dimensioni: 155,2 x 118,9 cm

Prenota subito il tuo biglietto

Musei Fiorentini

Cerca sulla mappa!

Cosa pensano le persone che hanno acquistato biglietti con noi